Hydra

Presentazione

Auto-ironico, con zero moralismi e tanta tanta cattiveria (nel senso più positivo del termine). Una combo letale che rende Hydra – aka Sbrellitos Wayne – uno dei rapper più difficili da battere dell’intero circuito. Il giovane comasco si è affermato negli ultimi anni sulla scena, mietendo vittime illustri e portandosi a casa molti trofei. Vince due volte il Mic Scrauso (2018 e 2019), Freestylemania con i Wack Slayers (Reiven e Morbo), lo Ya Know The Name 2018, l’Alley Oop 2019 e arrivando secondo alla finalissima del Tecniche Perfette 2019.

Un esplosione clamorosa, che lo ha portato ad essere un pezzo fortissimo dell’intero panorama freestyle italiano. Hydra è anche l’ultimo rapper ad essere entrato in FEA, nell’ottobre 2019.

Skills

Un punchliner, fra i più potenti del circuito. Hydra trova sempre modi geniali e a tratti sadici per insultare i suoi avversari, esaltando il pubblico e rendendo difficile rispondergli. Allo stesso tempo, è un campione nel rigirare le rime e trovando modi originali e creativi per offendere. Un altro dei punti forti di Hydra è la sua simpaticissima autoironia che è entrata a far parte del personaggio che si è creato: risponde spesso auto-offendendosi e questo lo rende quasi intoccabile dalle offese degli avversari. Per il resto il rapper comasco non è tecnico, non ha un grande flow, non fa extrabeat e non è un “animale da palco”. Ma è un punchliner così forte che gli bastano poche barre per richiamare su di sé l’attenzione del pubblico e per distruggere l’avversario.

Bene nei minuti, dove sfodera offese a ripetizione, ma ovviamente è nei quattro quarti dove le sue qualità fuoriescono maggiormente. Hydra insomma ha uno stile tutto suo, innovativo e al tempo stesso clamorosamente vincente.

Battle epiche

Mic Scrauso 2019 – Quarti di finale – Hydra batte Palo

Mic Scrauso 2018 – Quarti di finale – Hydra batte Shame

CmA

Torna in alto