Cuta

Presentazione

La promessa lombarda. Cuta, from Vikings Crew, è un freestyler classe 2023 che ha iniziato a fare battle solo dal 2021, ma che si è già ritagliato un ruolo importante nella scena. È uno dei freestyler più in forma dell’ultimo anno: si è messo in luce a suon di grandi prestazioni e tante vittorie e si è aggiudicato il premio di Freestyler del Mese di Freestylerapitaliano di novembre 2023.

Inizia la carriera nel post-covid mostrando subito un grande potenziale: la “scoperta” di Cuta avviene a un Tecniche Pezzente a coppie (il suo compagno era Hibun), in cui dimostra fin da subito le sue doti da ottimo punchliner. Partecipa a tantissime battle in lungo e in largo per tutto lo stivale, crescendo con l’andare dei mesi. Sboccia ufficialmente verso la fine del 2022, periodo in cui comincia a macinare risultati su risultati. Tra le vittorie spicca sicuramente Il Fight Club ex aequo con Drimer, la Finalissima del BPM, la Milano by Night Battle, la vittoria del Sincity x Muretto di squadra e del Generation Clash numerosissime battle minori. Ottiene inoltre alti posizionamenti nei contest nazionali, come i quarti al Mic Scrauso, la finale all’end of Days 2 vs 2 e la finale della quarta tappa del Black Sunday. Cuta è anche uno dei freestyler di spicco dello Muretto di Milano. Si tratta di uno dei pochi freestyler ad avere uno sponsor di vestiti personale: Lookup.

Dal 2021 fa parte dei Krighers, la crew affiliata ai Vikings, assieme a Giuss Dawg, Nasa, Sal Draven e Baga. A Maggio del 2023 viene ufficializzato il passaggio a Vikings, rendendo Cuta il secondo Krighers ad essere promosso dopo Giuss Dawg.

Skills

Inverterting e fantasia. Queste sono le prime parole che vengono in mente quando si pensa alle skills principali di Cuta, che grazie alla sua velocità di pensiero riesce a sfoggiare risposte brillanti e coerenti agli attacchi avversari. Per farlo spesso utilizza l’autoironia, rendendosi quasi inattaccabile. Il lombardo è fan della doppia punch a quartina, spesso con risposta alla seconda e attacco alla quarta. Ha un’ottima attitudine e delivery e riesce ad adattarsi a ogni tipo di beat, nonostante dia il meglio di sé sul boom bap. Gli incastri e più in generale le skills tecniche non vengono utilizzate molto dall’mc milanese, che in linea con la sua “scuola” preferisce insulti a sfondo sessuale, utilizzando spesso metafore nuove e mai ascoltate. Un’altra sua grande qualità è la costanza di prestazioni: difficilmente lo si vede uscire prima dei quarti di finale, e anche quando perde riesce comunque a non sfigurare. L’impressione vista la giovane età è che Cuta sia destinato a migliorare ancora, fino a diventare uno dei pezzi grossi della disciplina. Sembra non manchi nulla e – soprattutto – che la mentalità sia quella giusta.

Best battle

Cuta batte Higher– Semifinale – Ghesb*ro Battle IV

Chiasmo batte Cuta – Quarti di Finale – 48012 Contest

CmA

Torna in alto